“L’artista quando dipinge, trasferisce nell’arte segni, colori e moti che ne riflettono l’anima, passando per un setaccio interiore, e trascinando nella freschezza della scoperta i ricordi, gli umori e le esperienze.

A sua volta il segno, insieme nervoso e preciso, obbedisce a una sicurezza impaziente, quasi ansiosa di nuove armonie da cogliere tra reale e irreale, fisicità e sogno.

Nella luce la tecnica di Giacomo Fierro, così semplice e insieme così sofisticata, trova l’espressione sublime nell’immaginario che interviene sulla materia, mutandola in atmosfera.”

(Antonio Castellana)